Del perché Cassano deve andare all’Inter

Dicono che è un ciccione, che fa casino anche se sta fermo, che non è mai cambiato, che spacca a metà gli spogliatoi. Ma questi non sono motivi sufficienti per rinunciare a Cassano, se ce l’hai già in squadra, né per lasciarlo dov’è, se non lo vogliono più (Milan) e tu sei l’Inter. Certo, nella mia squadra ideale Il Pazzo e Cassano starebbero alla grande insieme, ma io sono un idealista con deviazioni capitaliste alla Scudetto, dove i soldi sono più falsi di quelli del Monopoli, e mi piace vedere giocare i campioni (anche virtualmente). Per dire, Ibra non lo avrei dato via, così come mi sarei tenuto Balotelli, e – fossi stato un dirigente dell’Inter – avrei voluto davvero Lampard quando, in qualche estate povera di notizie di mercato, era spuntato fuori il suo nome sui giornali sportivi. Ma il Pazzo e Cassano insieme non possono stare. Non ora, non in questa Serie A così povera di quattrini e hybris. Per questo lo scambio lo farei. Perché i folli mi sono sempre piaciuti, e perché è da quel dicembre 1999, quando Cassano ci rifilò quel gol pazzesco tacco-corsa-e-dribbling, che aspetto di vederlo scorrazzare con la maglia dell’Inter in un campo da calcio che non sia quello di Scudetto.

Lascia un commento

Archiviato in Varie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...