Le accelerazioni di Renzi

La campagna elettorale renziana vive, da sempre, di improvvise accelerazioni e movimenti inerziali a bassa intensità. Dopo un periodo di letargo – si fa per dire – Renzi ha ricominciato a bombardare elettori e lettori di giornali. Un nuovo libro, l’annuncio di una nuova assemblea, stavolta di amministratori, stavolta a Rimini, stavolta a giugno, e la nuovissima richiesta di fissare le primarie, ma solo di partito, perché Bersani – dice il sindaco – ha bisogno di una nuova legittimazione. Un copione già visto. Le elezioni politiche si avvicinano, e ognuno in questo grandissimo casino in cui Beppe Grillo è il nuovo catalizzatore di malcontento iperpolitico, sta provando a capire che caspita succederà fra qualche mese. Il Pdl esisterà sempre? Il Movimento 5 Stelle eleggerà parlamentari? Montezemolo scenderà in campo? Casini tornerà con il centrodestra? E Renzi, Renzi che farà? Se lo chiedono tutti da qualche anno e ogni volta il rottamatore alza l’asticella dell’aspettativa solleticando l’attenzione di giornalisti ed elettori, dalla prima Leopolda in poi. Ma al di là delle nuove accelerazioni, è paradossalmente ancora presto per la sua discesa in campo. Per ora siamo sempre ai “mi si nota di più”. Se ne riparla a settembre.


Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Pd, Politics

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...