Il Terzo Polo che non c’è, da Palermo a Monza

«Alle amministrative il Terzo Polo di fatto non c’è», ha detto qualche giorno fa Francesco Rutelli, leader di Api. E, in effetti, facendo un giro fra i Comuni al voto, ci si accorge che ci sono diverse situazioni in cui i tre partiti, Udc, Api e Fli, si presentano divisi. Segue piccola e incompleta mappa.

Palermo – dove a sinistra Fabrizio Ferrandelli e Leoluca Orlando se le stanno dando di santa ragione – c’è il giovane avvocato Massimo Costa, che si è candidato con lo slogan «i valori al centro» ed è sostenuto da Pdl, Udc e Grande Sud, il movimento di Gianfranco Miccichè. Fli invece ha candidato Alessandro Aricò, che è sostenuto anche dal Movimento per le Autonomie di Lombardo. E anche l’Api poche ore fa ha deciso che appoggerà il candidato finiano.

[Continua a leggere su Il Post]

Lascia un commento

Archiviato in Politics

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...