Genova per te, caro Partito Democratico

Ci sono le primarie di coalizione, sei il cosiddetto primo partito del centrosinistra (cosiddetto perché forse ti batte quello dell’astensionismo), ti chiami Partito Democratico, presenti il tuo sindaco uscente alla competizione ma contemporaneamente ne presenti un altro perché, evidentemente, da qualche parte c’è qualcuno che non è così convinto della scelta. Nel presentare le candidature quindi dici neanche troppo implicitamente che sul sindaco al primo mandato hai delle perplessità non da poco, lo suggerisci all’elettorato che già è abbastanza confuso di suo, figuriamoci come lo può essere se ti ci metti anche tu, cosiddetto primo partito del centrosinistra, ad aumentare la confusione. Insomma: sei tu il primo a dire che c’è bisogno di cambiamento, che dalle urne deve venire fuori un segno della tanto decantata “discontinuità”, una delle paroline più in voga durante le elezioni alla fine di un ciclo politico (in questo caso esaurito precocemente). E la gente, bada bene, alla fine ti dà ascolto, non è così fessa. Va a votare, magari non in massa, ma va a votare, e ti frega perché sceglie il candidato appoggiato da Sel e don Gallo. Hai chiesto discontinuità, l’hai avuta. E alla fine ti rimane Marta Vincenzi che sbrocca su Twitter.

1 Commento

Archiviato in Pd

Una risposta a “Genova per te, caro Partito Democratico

  1. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...