Uno dei comunicati stampa più belli della storia dei comunicati stampa

4 Gennaio 2012

Il Presidente del Consiglio ha appreso da fonti di stampa che il Senatore Roberto Calderoli avrebbe presentato in data odierna un’interrogazione a risposta scritta con la quale chiede di dar conto delle modalità di svolgimento della cena del 31 dicembre 2011 del medesimo Presidente del Consiglio.

Il Presidente Monti precisa che non c’è stato alcun tipo di festeggiamento presso Palazzo Chigi, ma si è tenuta presso l’appartamento, residenza di servizio del Presidente del Consiglio, una semplice cena di natura privata, dalle ore 20.00 del 31 dicembre 2011 alle ore 00.15 del 1° gennaio 2012, alla quale hanno partecipato: Mario Monti e la moglie, a titolo di residenti pro tempore nell’appartamento suddetto, nonché quali invitati la figlia e il figlio, con i rispettivi coniugi, una sorella della signora Monti con il coniuge, quattro bambini, nipoti dei coniugi Monti, di età compresa tra un anno e mezzo e i sei anni.

Tutti gli invitati alla cena, che hanno trascorso a Roma il periodo dal 27 dicembre al 2 gennaio, risiedevano all’Hotel Nazionale, ovviamente a loro spese.

Gli oneri della serata sono stati sostenuti personalmente da Mario Monti, che, come l’interrogante ricorderà, ha rinunciato alle remunerazioni previste per le posizioni di Presidente del Consiglio e di Ministro dell’economia e delle finanze.

Gli acquisti sono stati effettuati dalla signora Monti a proprie spese presso alcuni negozi siti in Piazza Santa Emerenziana (tortellini e dolce) e in via Cola di Rienzo (cotechino e lenticchie).

La cena è stata preparata e servita in tavola dalla signora Monti. Non vi è perciò stato alcun onere diretto o indiretto per spese di personale.

Il Presidente Monti non si sente tuttavia di escludere che, in relazione al numero relativamente elevato degli invitati (10 ospiti), possano esservi stati per l’Amministrazione di Palazzo Chigi oneri lievemente superiori a quelli abituali per quanto riguarda il consumo di energia elettrica, gas e acqua corrente.

Nel dare risposta al Senatore Calderoli, il Presidente Monti esprime la propria gratitudine per la richiesta di chiarimenti, poiché anche a suo parere sarebbe “inopportuno e offensivo verso i cittadini organizzare una festa utilizzando strutture e personale pubblici”. Come risulta dalle circostanze di fatto sopra indicate, non si è trattato di “una festa” organizzata “utilizzando strutture e personale pubblici”.

D’altronde il Presidente Monti evita accuratamente di utilizzare mezzi dello Stato se non per ragioni strettamente legate all’esercizio delle sue funzioni, quali gli incontri con rappresentanti istituzionali o con membri di governo stranieri. Pertanto, il Presidente, per raggiungere il proprio domicilio a Milano, utilizza il treno, a meno che non siano previsti la partenza o l’arrivo a Milano da un viaggio ufficiale.

da Governo.it

Update con la risposta di Calderoli: 

“Mi spiace, ma la toppa è peggio del buco. E confermo un comportamento rispetto al quale un Paese in difficoltà non può che aspettarsi le sue dimissioni e le sue scuse ai cittadini”.

Advertisements

13 commenti

Archiviato in Politics

13 risposte a “Uno dei comunicati stampa più belli della storia dei comunicati stampa

  1. Walther

    LEGHISTA e non Padano od AustroUngarico come sono IO! (Libero di mente e non BossiDipendente)

  2. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. franz

    La Lega ha fatto il suo tempo: è ormai diventata un partito da prima repubblica….

  4. Monti, residente pro tempore nel proprio appartamento 😉
    Spettacolare.

  5. chiara dino

    è uno scherzo!!!!!!!!!!!!!!! non può essere verooooooo

  6. Giorgio Renzi

    eccezionale! Povero Calderoli, che dopi tutte le feste di Arcore, con le nipoti di Mubarak, fa interrogazioni del genere. Verrebbe da non crederci! Solo uno come lui, già ministro della semplificazione, può fare certe cose!

  7. francesco miglino

    IL PARTITO INTERNETTIANO SCRIVE AL PROFESSORE MARIO MONTI PRIMA DELL’ ACQUISTO DEI CACCIA BOMBARDIERI JSF-35.
    5 gennaio 2012

    Egregio professore Mario Monti,

    mentre La ringraziamo perchè, grazie al Suo rigore intellettuale, l’ Italia viene riconsiderata uno dei tre grandi Stati fondatori dell’ Europa Unita, La invitiamo a cogliere l’ occasione dell’ incontro con i rappresentanti della Francia e della Germania per sollecitare gli urgenti passi necessari per accelerare l’ Unione Politica Europea.

    Prima di far approvare al Parlamento italiano l’ acquisto dei caccia bombardieri JSF-F35,

    che impegna l’ Italia in una spesa di circa 14 miliardi di €, voglia proporre ai Paesi fondatori di dar corso con urgenza alla creazione delle Forze Armate Europee che darebbero agli Stati, che detengono costosi, obsoleti e ridicoli eserciti nazionali, i seguenti ed immediati vantaggi:

    segnalare al mondo che l’ Europa non è solo unità monetaria, ma che è determinata a costruire la propria unità politica ;

    la cessione di poteri nazionali spesso tenuti in piedi non per la crescita sociale ma per demagogici calcoli elettoralistici da squalificate ed opprimenti oligarchie nazionali;

    notevoli riduzioni per i Paesi aderenti delle spese per il mantenimento degli eserciti nazionali;

    ammodernamento ed adeguamento agli standards tecnologici più evoluti sia del personale che degli armamenti delle Forze Armate Europee;

    posizionamento geo-politico dell’ Europa per competere ed interloquire alla pari con le nuove realtà continentali che si affacciano da protagoniste sulla scena mondiale.

    Siamo certi che è fra le Sue aspirazioni accelerare l’ Unione Politica Europea e che non mancherà di cogliere l’ occasione per sollecitarne la concreta realizzazione.

    Partito Internettiano

    francesco miglino

    segretario

  8. fabrizio

    Gen.mo Presidente del Consiglo,credo e penso,che alcune volte sarebbe bene non rispondere,a questo tipo di provocazioni,ma poi rifletto e dico,che queste persone hanno governato l’italia per quasi dieci anni!!!!, hanno portato il paese su l’orlo del disastro,economico,finanziario,sociale,di più sono stati capaci di dire agli italiani,che non dovevano pagare le tasse perchè igiuste e rilevanti,noi siamo stati amministrati da uomini come calderolo,come bossi,il quale fino a che gli ha fatto comodo,Roma non era più ladrona,ma anzi,ha contribuito al ripianamento della capitale sprecona,senza considerare,per asempio le quote latte che non ha fatto pagare alle persone del nord,mantre altri le pagavano,ecc,ecc,senza poi considerare il d’anno d’immagine che il nostro ex presidente del consiglio,ci ha fatto fare come figura verso il resto del mondo,ecco quindi e concludo,Lei sig. Presidente ha fatto bene a precisare quanto sopra detto, a lor signori che non hanno e mai lo avranno il senso dello Stato e della onestà. La ringrazio sentitamente

  9. Io fossi per il prof. Monti spedirei la fattura dei 131 caccia F35 a Calderori & C. visto che è opera loro, in seconda battuta gli chiederei che fine ha fatto la multa per le quote latte protette dalla Lega?

  10. La Lega prima o poi imploderà per mano della sua stessa gente…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...