Due punto zero / Il Cappello di Bersani. O è di Crozza?

dal CORRIERE FIORENTINO, 5/10/2011

Le metafore sono popolari, il segretario del Pd ce lo spiega praticamente tutti i giorni. L’altro giorno per esempio ha detto che sul referendum lui non ci mette il cappello, ci mette il banchetto. E poi c’è la camicia, arrotolata fino ai gomiti, bianca, ad accompagnare l’espressione incazzosa di chi non vuol farsi far fesso dal berlusconismo. Senza cappello, ma con la camicia. Poi lo riguardavamo su YouTube, nel salotto figarino di RaiTre, con Fabio Fazio, mentre diceva che è importante la proposta, è importante il progetto, anzi prima viene il progetto, o meglio lo spartito, e poi il progettista, il suonatore. Ogni riferimento alle ambizioni di Renzi non era puramente casuale. Ecco, Bersani, che non vuol mettere il cappello da nessuna parte ma una bella camicia sì, che dice di non avere nulla contro le primarie, figurarsi, con le primarie ci sceglierebbe anche gli uscieri del partito fosse per lui, insomma quel segretario che vuole le lenzuolate, quello del «siam pazzi», dobbiamo ammettere, ci sta molto simpatico. Solo che non capiamo più se è Crozza che imita lui o lui che imita Crozza.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Due punto zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...