I due Matteo

Si chiama anche lui Matteo, ha più o meno la stessa età dell’altro (che più giovane di un anno). Matteo Richetti, presidente del Consiglio regionale dell’Emilia Romagna, è il nuovo compagno di viaggio del Cyberscout Renzi dopo la defenestrazione di Pippo Civati. Richetti è nato a Sassuolo, vive a Spezzano di Fiorano, in provincia di Modena, e si è fatto conoscere fuori dalla sua regione per aver rinunciato all’auto blu e per aver spinto i consiglieri a tagliare indennità e vitalizi. A parte il nome, ci sono un altro paio di affinità elettive con Renzi: è cattolico (entrambi si sono sposati molto giovani, Richetti a 21 anni) ed è stato coordinatore provinciale della Margherita a Modena. Oggi l’ha intervistato Francesco Rosano sul Corriere di Bologna. Dice che la fase dei “rottamatori” è superata, “con Matteo abbiamo parlato di quello che ci aspetta. Vogliamo avanzare proposte concrete per il Paese e Matteo ha chiesto il mio contributo perché ha apprezzato il taglio sui vitalizi che l’assemblea legislativa ha voluto. Un provvedimento che sarà tra le ‘Cento cose da fare’ di cui parleremo all’appuntamento di ottobre”.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Pd, Politics

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...