La segretaria Pd vietata ai minori

di DAVID ALLEGRANTI, dal CORRIERE FIORENTINO

SAN MINIATO (Pisa) – Titolo: “E’ venuto a saperlo mia madre”. E purtroppo anche Bersani. A onorare le cronache boccaccesche non c’è solo il partito del Cav. anche il Pd scopre di avere un’anima hard. Una giovane ex segretaria di un circolo a San Miniato, ha girato un film porno per la Centoxcento (costo 30 euro, più dell’iscrizione al partito, già introvabile sul sito), una casa di produzione che fa film a luci rosse amatoriali e che mette le mascherine ai suoi attori dilettanti per non farli riconoscere. Ma è bastato confrontare le immagini del filmino uscito nelle edicole pisane con quelle pubblicate sul profilo Facebook, a cui ragazza era iscritta fino a pochi giorni fa prima di cancellarsi, per scoprirne l’identità. In Rete sono rimaste molte tracce: blog, dichiarazioni, e anche la memoria temporanea di Fb su Google, con la foto del giorno di laurea (in letterature europee per l’editoria) di qualche giorno fa. Sparita dal social network, dove c’erano anche foto coi dirigenti, una sembra anche con il segretario Bersani che stasera sarà a Firenze al circolo Le Torri), la pornodemocrat ha anche staccato il cellulare e si resa irraggiungibile. Il suo nome è sparito dall’elenco dei segretari di circolo di San Miniato, ieri i giornali pisani che hanno riportato la notizia scrivevano che le dimissioni sarebbero arrivate appena aveva iniziato a spargersi la voce in paese. «Tessera congelata in attesa di ulteriori decisioni» , ha detto un anonimo dirigente del Pd alla Nazione di Pisa. Il segretario provinciale del Pd pisano Francesco Nocchi e il segretario comunale del Pd di San Miniato Massimo Baldacci però smentiscono che la ragazza sia stata sospesa dal partito, «a cui tuttora è regolarmente iscritta» . «Da alcuni mesi si è allontanata, senza che sia intervenuta nessuna rottura politica, per motivi personali, anche di studio» . Doveva pensare alla tesi di laurea, racconta infatti un suo amico, «e aveva già deciso di tornare alla semplice militanza» . Sarà. Comunque, scoprire che non solo il Cav. è hot è stato un brutto colpo per i dirigenti ex comunisti ed ex democristiani. E ora che le cronache narrano le avventure erotiche del Pd, d’un tratto i dirigenti scoprono che tanta attenzione non è piacevole: «Noi consideriamo sbagliato e anche un po’ disgustoso il clamore che si sta facendo su questa vicenda. Pensiamo che una giovane donna di venticinque anni, che non ha coinvolto altri che se stessa nelle proprie azioni e che deve risponderne solo a se stessa, abbia il diritto di essere lasciata in pace e semmai aiutata da persone amiche e solidali a riflettere sulle proprie scelte e sul loro senso» , dicono in coppia Nocchi&Baldacci. Nel Pd c’è comunque disorientamento. «È grande e vaccinata, ma ha commesso errori e visto che ricopriva — anche se piccolo — un ruolo di partito pubblico è condannabile senza attenuanti. Siccome abbiamo condannato in situazioni similari persone del centrodestra dobbiamo fare altrettanto nei confronti dei nostri dirigenti» , dice Federico Gelli. Il consigliere regionale Pier Paolo Tognocchi, a cui sono arrivati sms anche da Roma: Ma che succede lì?» , si chiede: Chissà cosa le è preso… Ma è giusto rispettarne la difficoltà» . Chi la conosce bene ieri leggendo i giornali non è rimasto stupito: gli amici la descrivono come una ragazza intelligente, brava, ma anche molto esuberante. Viaggi in Svezia e in Danimarca, dove ha anche studiato per un periodo e dove era andata perché, spiega un amico all’Ansa, a quel che raccontava era proprio il modo di vivere il sesso di quelle popolazioni che l’attirava così tanto» . Dice il capogruppo del Pd di San Miniato Simone Giglioli che da quelle parti la storia del filmino girava da tempo: «Lo sapevamo, anche se speravo che non venisse fuori. Temevo che questo fatto avrebbe messo in difficoltà il partito, ma ormai la frittata è fatta» . La notizia per tutto il giorno è rimbalzata su siti, agenzie, naturalmente anche sul maledettissimo Facebook. La confusione è tale che inizialmente il Secolo XIX on line scrive il nome di un’altra segretaria di circolo, che peraltro conosce bene l’ex collega (ma non c’entra nulla e lo scrive pure su Facebook: «Non sono io!» ). Tutti a commentare, sghignazzare, a rinfacciare al Pd mesi di sputtanamento ai danni del Pdl: «E ora come la mettiamo con il bunga bunga?» , scrivono gli elettori di centrodestra sui siti. Tuttavia, dice il sindaco samminiatese Vittorio Gabbanini, «non credo che questa situazione possa imbarazzare il Pd locale. In fin dei conti si tratta di una ragazza maggiorenne in grado di scegliere e di assumersi le responsabilità delle proprie azioni. Parlo più da padre che da sindaco o da esponente politico, ma credo che l’importante è che capisca di aver commesso una leggerezza. Aveva rassegnato le dimissioni dalle cariche del partito, mantenendo però la tessera del Pd, anche se è vero chi riveste incarichi pubblici, importanti o minori che siano dovrebbe avere un comportamento decoroso» . A meno che tu non sia Cicciolina e venga eletta in Parlamento con il (vero) Partito dell’Amore!

30/6/2011

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Advertisements

3 commenti

Archiviato in Pd

3 risposte a “La segretaria Pd vietata ai minori

  1. Pingback: La segretaria Pd vietata ai minori « david allegranti | sanchiricotoday

  2. Io non ho ancora capito dove sta lo scandalo. Italia bacchettona???

  3. R

    Ciao, bel post e ottimo spunto di riflessione, perché non vieni a trovarmi? 😉 http://angoloeconomico.wordpress.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...