Spunti

di David Allegranti, dal Corriere Fiorentino

I MI(NI) STERI DEL CARROCCIO

In questa campagna elettorale ne abbiamo sentite parecchie, dallo scivolone della Moratti su Pisapia a Berlusconi che straparla con Obama sulla dittatura dei giudici di sinistra. L’ultima è quella sulla delocalizzazione dei ministeri, manco fossero aziende della Nike da piazzare in Cambogia. Uno a Milano, uno a Napoli e uno a Firenze. Occorre attuare quanto prima il progetto di Capitale reticolare d’Italia» , dice il leghista Marco Cordone, capogruppo di se stesso in Consiglio provinciale. Un megaspot per quelli che cavalcano il sentimento dell’antipolitica e votano Beppe Grillo: la moltiplicazione dei posti pubblici garantiti dallo Stato. Saranno contenti gli ultimi liberali rimasti in questo governo. Non riusciamo però capire che cosa sia successo alla Lega. A Siena, dopo aver duellato con il centrodestra accusando i forzisti di inciuci con i diessini, ha abbandonato in corsa la sua candidata per allearsi con il Pdl. In Regione ha perso pezzi, se n’è andato Dario Locci, e nel partito c’è una fronda interna contro il segretario toscano Morganti. Ora questa sortita sul ministero in riva d’Arno. Vabbè, capita a tutti quando s’invecchia: anche la Lega non ce l’ha duro come una volta.

LA TRASPARENZA SU CARTA

La liturgia del politicismo impone l’insostenibile uso di alcune parole che andrebbero cassate. Come «scomodo» , riferita ai giornalisti e a quelli dicono di parlare, naturalmente, senza peli sulla lingua. Da qualche settimana, complice l’effetto Milano, ci si divide invece fra chi è moderato e chi non lo è, e di solito chi non lo è per davvero accusa l’avversario di essere, nientemeno, un estremista. Ci sono poi quelli che vogliono fare sistema, quelli che cercano intese bipartisan, quelli della società civile e quelli che non vogliono far fughe in avanti. Ecco, della stessa stregua fa parte il documento firmato a Siena dagli assessori della giunta del neosindaco Ceccuzzi, che giusto qualche giorno fa si è dimesso da parlamentare. Si chiama Carta dell’Etica e della Buona Politica (occhio alle maiuscole) e non c’è bisogno di dire che impegna tutti i candidati «alle cariche elettive e alle nomine, che farà l’amministrazione, al rispetto di precisi canoni di trasparenza, meritocrazia, rinnovamento e ricambio della classe dirigente, pari opportunità di genere» . E se c’è qualcuno che sgarra, ci si può sempre mettere attorno a un tavolo, per il bene della città. Però poi bisogna trovare la quadra. Altrimenti è bufera.

 IL PD CHE VA A DUE VELOCITA’
A ffisse alle pensiline dell’Ataf ci sono alcuni manifesti pubblicitari, nei quali c’è scritto che acquistando un biglietto da 1,20 euro, che ha validità di 90 minuti a partire dall’obliterazione, si possono percorrere 50 chilometri. Ad alcuni consiglieri provinciali del Pd (Loretta Lazzeri e Adamo Azzarello) è venuto il dubbio che si tratti di pubblicità ingannevole» e hanno presentato una domanda d’attualità (più veloce rispetto alle interrogazioni) al presidente del Consiglio provinciale David Ermini, «considerando che la velocità commerciale risulterebbe di circa 16 km all’ora e che quindi in 90 minuti sarebbe possibile percorrere con lo stesso titolo di viaggio al massimo 24 km» . Ermini, che è del Pd, ha respinto la domanda giudicandola inammissibile e chiedendo invece una interrogazione. Burocraticamente, secondo i consiglieri, Ermini ha ragione, ma i tempi per avere la risposta saranno dunque più lunghi e nel Pd non è piaciuta questa levata di scudi in difesa dell’Ataf. Un freno «alla vitalità dei lavori del Consiglio» . E intanto non si è capito se in 90 minuti, nel fastidiosissimo traffico fiorentino, uno ce la faccia a scorrazzare per 50 chilometri.

29/5/2011

Lascia un commento

Archiviato in Spunti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...