Primi sogni (elettorali)

Dal Corriere Fiorentino

Al tempo della campagna elettorale permanente ogni anno si vota per qualcosa. Passiamo con disinvoltura da un’elezione all’altra senza rendercene conto. In attesa che arrivi anzitempo il voto, chissà quando, chissà come (per mano di un ribaltone della Lega, della procura, dei risultati a Milano o Napoli o dell’ennesima signorina catapultata nel lettone di Arcore), gli aspiranti al potere si esercitano. La sparano grossa sui giornali, sperimentano canali come Facebook accompagnandoli magari a qualche sito internet personale, anche se ormai è roba vecchia in confronto allo strapotere della creatura di Zuckerberg. E poi: partecipano a iniziative, trasmissioni, insomma si fanno vedere a giro. Vedono gente, fanno cose, anche se ancora non s’è capito come andrà a finire con il governo e ciclicamente il pericolo di elezioni anticipate si ripresenta per poi sparire velocemente come il Mullah Omar. Tuttavia alcuni aspiranti parlamentari (di solito deputati, avete mai trovato qualcuno che vuol fare il senatore? Palazzo Madama è più noioso di Montecitorio, dove lo ritrovate uno come Scilipoti) si son già buttati nella mischia. C’è Giacomo Billi, assessore al turismo della Provincia di Firenze, che da poco ha aperto il sito www. giacomobilli. it. Sull’homepage c’è un video di un paio di minuti in cui filosofeggia sulla «prima volta» : in amore, in amicizia… e su internet. Dice che parlerà di turismo, Pd e naturalmente anche di se stesso, con un avvertimento: Diffidate sempre dei politici che si propongono come esempi da imitare» . Favorevole alle primarie, se il Pd decidesse di adottarle anche per scegliere i parlamentari, lui si potrebbe candidare. Non senza qualche difficoltà, visto che i renziani nel caso sarebbero pronti a fargli guerra agitando il bilancio del partito durante la sua gestione. C’è Riccardo Conti, ex assessore regionale che siede nel cda del Fondo italiano per le infrastrutture (F2I) ed è coordinatore del settore infrastrutture del Pd nazionale e ha aperto un profilo Facebook da cui lancia fatwe a chi fa ironie su Massimo D’Alema. Per lui anche strumenti antichi, come la rivista di urbanistica della Fondazione Viviani, firmata da un bel po’ di dalemiani. Poi ci sono quelli che hanno acquisito diritto all’elezione per curriculum e ruolo, tipo il segretario regionale Andrea Manciulli e l’ex presidente della Regione Claudio Martini, che finora ha dovuto accontentarsi di una presidenza dell’Ort e del forum politiche locali. Ma gli aspiranti al potere (questi elencati finora sono alcuni) non sono solo quelli che vogliono prendere la via romana. C’è un’altra gara appena iniziata, appena accennata, più o meno timidamente, e riguarda il futuro di Firenze. Anche se Renzi ripete in continuazione che si ricandiderà nel 2014, ce ne sono diversi, fra i suoi, convinti che ormai il Cyberscout sia lanciato verso altre praterie. Certo, è tutto prematuro, certo, per il momento Bersani regge e come ha ammesso Renzi stesso, dopo il primo turno il segretario «si è rafforzato» , ma è meglio iniziare per tempo sfruttando anche il ruolo di assessore, che ti mette in contatto con la gente ogni giorno. Senza esagerare però, perché altrimenti il capo s’incazza e annuncia un terzo mandato in deroga! Gli assessori in questione sono Dario Nardella (911 preferenze nel 2009, quando era candidato nelle liste del Consiglio comunale), Massimo Mattei (611) e Rosa Maria Di Giorgi (553). Hanno avviato una campagna di notorietà dandosi profili diversi e pedinandosi a vicenda. L’altro giorno Mattei, nel bel mezzo della polemica sul carico e scarico, se n’è andato a giro per la città alle sette di mattina per vedere com’è la situazione. Nardella si è subito informato per fare la stessa cosa. Il vicesindaco è una via di mezzo fra Eugenio Giani e Renzi, non manca una premiazione o un’inaugurazione sportiva. Sta bene attento a rimanere nel solco del renzismo, usa parecchio Fb per comunicare e forse cerca, a differenza di Renzi, a cui della vita di partito importa poco, di mantenere un rapporto con gli organismi dirigenti democrat. Mattei è il vendoliano del Pd. Una volta ha detto che avrebbe votato il governatore della Puglia in caso di primarie per la leadership del centrosinistra. Si è esposto pubblicamente contro l’omofobia e la guerra in Libia come farebbe uno di Sel. In una cena delle Officine Democratiche di Ferradini&Gasparotti l’assessore alla mobilità l’ha anche buttata lì: «Se Dario fa campagna elettorale pensa che non la farò anch’io?» . Laddove Dario naturalmente è Nardella. L’assessora, Di Giorgi, poi, si fa largo a colpi di fotografie. I politici, sapete, ambiscono alla foto sul giornale, mica son vanitosi solo quelli del Grande Fratello. Dev’essere questo il motivo per cui negli ultimi 45 giorni l’ufficio stampa di Palazzo Vecchio ha inviato 23 foto in cui c’è la Di Giorgi. Più di Renzi, che ormai non ne ha bisogno. Chissà come ci sarà rimasto male Nardella, che compare solo in sette fotografie…

David Allegranti – 26/5/2011

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

Archiviato in Politics

Una risposta a “Primi sogni (elettorali)

  1. officina sociale

    Resta il fatto che il sindaco Renzi alle prossime amministrative a Firenze, del 2014 dovrà confrontarsi con Amerigo Rutigliano che si candiderà a sindaco, ne vedremo delle belle su un confronto assolutamente diversificato ovvero, la scelta di due modi diversi di far politica, quella di Renzi che Crozza si diverte ad ironizzare, un sindaco davvero incapace di amministrare una città ma molto capace nell’apparire su ogni talk show, tv locale e radio esattamente come usa fare il suo idolo patron d’Arcore; dell’aaltra una persona che non ama apparire ma al contrario risolvere pragmaticamente i problemi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...