I muscoli di Mike e il Biancone

All’armi all’armi, siam tamarri! Arrivano a Firenze gli otto supercafoni del Jersey Shore, e non è troppo difficile immaginare come potrebbero divertirsi in città Nicole «Snooki» Polizzi e Mike «The Situation» Sorrentino. Due dei protagonisti del docu-reality che va in onda su Mtv. Nel programma i ragazzi italo-americani (in gergo, «Guidos» e «Guidettes» ) vivono insieme in una casa, dove si ubriacano e vanno a caccia di partner raccattati per strada con cui trascorrere la notte. Massimo dello stereotipo, of course: lui in canotta, catena d’oro al collo, tatuaggi e gel, lei super truccata con le tettone (rifatte o no). C’è Sammi «Sweetheart» Giancola, che si presenta come «la stronza più dolce che potete mai conoscere» ; c’è Paul DelVecchio, dj di mestiere, lettino solare in casa e 25 minuti al giorno spesi per sistemarsi i capelli; c’è Jenni Farley, soprannominata «JWoww» perché è così che viene salutata dai maschi al suo passaggio. Dice di essere una mantide religiosa perché «dopo che faccio sesso con un tipo gli stacco via la testa» . Insomma il bestiario è questo, con le giornate che scorrono via fra vomitate serali e conversazioni sui piercing sul pene Pauly ne ha uno), fra nannimorettismi esasperati (mi si nota di più se lascio lo show o se rimango?) e lontanissime scimmiottature breteastonellisiane (ma Less than zero e The Rules of attraction sono capolavori e gli sceneggiatori del programma americano, Bret Easton Ellis lo hanno visto di riflesso su una vetrina di Gucci). Ad ogni modo, forse finirà così, finirà che pure loro, i Guido sbarcati a Peretola, diranno che l’aeroporto così com’è «really sucks» , fa proprio schifo, e magari invocheranno la pista parallela scendendo le scalette in ciabatte e con un occhialone nero fasciante, a nascondere l’ubriacatura del pre-viaggio. Un tassista li porterà all’appartamento già affittato, non prima però di aver percorso Firenze Sud-Firenze Nord andata e ritorno un paio di volte e facendo così lievitare, giustamente!, il prezzo della corsa. Arriveranno giusto in tempo per cena, prenderanno d’assalto uno dei supermercati del centro, il Metà, per rifornirsi di gel per capelli, pomarola, Vodka, smalto per unghie, spaghetti, succo d’arancia concentrato, bicchieri di plastica, coca cola, barrette dietetiche, deodoranti da due euro, lucidalabbra, birre, burro d’arachidi, patatine fritte (quelle che pubblicizza Rocco Siffredi naturalmente, in modo che Ronnie, che ha due braccia come un paio di gambe di un qualunque non assuntore di steroidi, possa trarne ispirazione per le sue performance notturne). Le proteine in polvere da sciogliere nell’acqua, va da sé, se le saranno portate da casa. Faranno serata all’Otel, dove troveranno gli italici colleghi che già staranno baccagliando, senza grandi risultati, delle ragazze con la minigonna pelvica (basterà invece un cenno di capo di un Pauly qualunque per farle svenire), poi andranno allo Space e dopo allo Shot Café, e come al Monopoli concluderanno la serata ripassando dal via, cioè il Twice. Oppure, visto che in base agli impegni presi da Mtv bisogna escludere dalle riprese club, bar e luoghi d’incontro che promuovono «lo sconsiderato consumo di alcolici» , con un colpo di scena potrebbero entrare alla casa del popolo Vie Nuove, dove al massimo si scolerebbero una cedrata imparando parole e giochi nuovi, tipo Pd e tressette. Sicura- mente avranno bisogno di una palestra (finiranno alla Virgin o alla Klab) per mantenersi in forma, soprattutto dopo aver mangiato le famose pizze di cartone e i gelati ad aria del centro di cui spesso parla, lamentandosene, l’amministrazione. E chissà, magari Mike The Situation mostrerà gli addominali, come fa nel telefilm, a tutti i turisti che passano da piazza Signoria, dopo aver fatto a gara col Biancone a chi ha il deltoide più scolpito insieme al solito Ronnie, il più enorme e pompato di tutti i tizi dal petto depilato che abitano Jersey Shore. Andranno, come in America, in cerca di «birre, tette e spiagge» . Accorgendosi però che l’unica è quella del Lungarno Serristori, che non è esattamente la stessa di South Beach. E se ci sarà un incontro con Matteo Renzi sarà senz’altro memorabile. «Who the fuck are you? Mr Bean?» , magari chiederà Snooki, pensando di aver incontrato il comico inglese. «No, I’m the major of Florence, guys. And I’ve a gift for you: my book Fuori!» . Snooki lo guarderà e dirà: «Oh you’re so damn hot, mayor! I’ll be your bitch» . «Ehm, no, thanks, I’m fine. Bye bye!» . Lui insomma rifiuterà la gentile offerta ma magari alla fine i Guido e le Guidettes riusciranno a convincerlo a partire per il mare, destinazione Viareggio, per un giro sulla darsena, dove ci sono spiagge vere altro che storie. Che scena: gli otto tamarri più il sindaco e il vicesindaco a far loro da ciceroni, Matteo «The Rottamator» Renzi e Dario «Groupie» Nardella.

David Allegranti 20/4/ 2011

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...