Sfiducia a Morganti Lui accusa: c’è dietro il Pdl

Corriere Fiorentino

Domenica a Sesto si è riunito il consiglio nazionale della Lega Nord Toscana. Tema del giorno la mozione di sfiducia nei confronti del coordinatore Claudio Morganti. Due le votazioni: la prima è finita 10 a 9 a favore di Morganti, che non si è espresso. «Ma per regolamento— dice— due commissari e un consigliere regionale non potevano votare. Quindi abbiamo ripetuto la conta ed è finita 8 a 8» . Parità insomma. Per questo Morganti ha preparato un dossier con le lamentele dei frondisti e lo ha consegnato ieri a Milano al consiglio federale. Nei prossimi giorni la Lega si pronuncerà, il rischio è che il partito toscano venga commissariato. Morganti però si sente sicuro: «Ci sono pochissime possibilità» . E va all’attacco: «C’è sotto qualcosa. Indagherò se dietro quello che sta succedendo c’è il Pdl, la massoneria o altro. Non è un caso che qualcuno si sia messo a fare casino a due mesi dalle elezioni. E probabilmente ci sono anche dei manovratori esterni al consiglio nazionale. Non leghisti puri insomma, ma che usano la Lega per loro fini» .

(D.A.) 15/3/2011

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Archiviato in Politics

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...